Buon 2012!

Condivisioni

Ciao!

Ecco il primo post dell’anno!

Per “fermarmi” a scrivere tra i mille impegni (tra coaching e panettoni) la mia anima ha deciso di farmi avere un piccolo incidente domestico: ieri mi sono fratturato la nona costola destra… e devo ammettere che fa maluccio!

Non si sono fatti aspettare decine di feedback e di consigli: moltissimi, e apprezzatissimi, da persone che mi vogliono molto bene; moltissimi, e apprezzatissimi, da persone che pensano di poter vivere la mia vita meglio di come ne sia capace io; moltissimi, e apprezzatissimi, da persone che non mi conoscono neanche. Li ho apprezzati tutti in modo da poterne trarre il massimo per me stesso!

E così ho iniziato l’anno al contrario! Ho iniziato l’anno nuovo con quelle riflessioni che di solito si fanno alla fine di un compito. Ho iniziato l’anno con le riflessioni sulla mia capacità di “sfasciarmi” nei modi più strani. Ho iniziato l’anno con i “feedback”… quei feedback cui io tengo molto e che nei miei corsi e nella mia attività di coaching sono centrali per una verifica continua e costante del percorso di crescita.

E così ho fatto mille nuove riflessioni! E una di queste è stata: “Perchè non iniziare proprio con dei bellissimi feedback”?

Non solo perchè essendo all’inizio ci si sente meno “coinvolti” con i feedback che si ricevono, ma soprattutto perchè ci consentono di “addrizzare” la rotta già da subito!

Tantissimi di noi iniziano l’anno con mille propositi… che però restano solo propositi. Poi a metà anno mollano… e poi arrivano alla fine che si rendono conto di aver fatto poco o nulla di quello che volevano fare!

È inutile chiederci “come siamo andati?” una volta superato il traguardo.

Ma è fondamentale e utilissimo chiederci “COME STIAMO ANDANDO” mentre siamo in corsa!

Molti dicono “COMINCIA PENSANDO ALLA FINE” e mi piace tantissimo! E questo iniziare pensando già a dove vogliamo arrivare, deve stimolarci a controllare continuamente la nostra rotta, e dare importanza a quel primo passo fondamentale per iniziare il viaggio!

A volte le “resistenze” e le “sfide” si presentano già ai primi passi, ma sono sempre più convinto che questo ci serve per “addestrarci” alle difficoltà che si possono incontrare più avanti! Se diventiamo capaci a superare le resistenze iniziali, strada facendo, mantenendo il focus sull’obiettivo, sarà ancora più semplice… e se non sarà più semplice, noi saremo comunque più pronti e preparati alle difficoltà!

Quindi? Iniziamo pensando alla fine, apriamoci ai feedback sin dalla partenza, manteniamo il focus sulla destinazione e… GODIAMOCI IL VIAGGIO!

Buon Viaggio, Buona Partenza, Buon 2012, Buon Adesso e Buon Voi Stessi!

Piercarlo

Commenti Facebook
Condivisioni

Share This!

Rispondi